Dental Biomed
Studi Medici ed Odontoiatrici

Denti del Giudizio

Quali e quanti sono? Quando compaiono e quando è necessario estrarli?
Ne parliamo oggi con le Dottoresse Sara Cicchelli e Valeria Cardelli co-titolari di Dental Biomed.

Quali e quanti sono i cosiddetti denti del giudizio?Sono chiamati comunemente denti del Giudizio i terzi molari delle arcate superiori ed inferiori. I denti del Giudizio sono così chiamati perché erompono dai 20- 30 anni, in età considerata adulta quando appunto ormai dovremmo aver “messo giudizio”.I denti dovrebbero essere quattro, uno per ogni emiarcata, ma tale condizione non si verifica sempre in tutti gli individui.
Può infatti capitare che i denti del giudizio siano in sovrannumero oppure che non sia nemmeno presente la gemma degli ottavi stessi.

Perchè molto spesso i denti del giudizio devono essere estratti?
Nella masticazione raffinata dell’uomo moderno i denti del giudizio non sono fondamentali, ma se normoallineati e non associati a condizioni patologiche o dolorose possono tranquillamente rimanere nel cavo orale nella loro sede originaria.

Ci sono invece delle indicazioni specifiche per quanto riguarda la loro estrazione in presenza di sintomi dolorosi e/o infiammatori.

  • semi inclusione mucosa: il dente non è completamente erotto e determina pericoronite acuta o cronica. La pericoronite è un processo infiammatorio che si verifica in presenza di accumulo di placca o di corpo estraneo; in questi casi abbiamo dolore, gonfiore e suppurazione. Se gli episodi di questo tipo si ripetono rappresentano un criterio di elezione per l’estrazione del dente.
  • lesione ossea parodontale:la componente ossea intorno al dente si riassorbe per malattia parodontale e/o a causa della posizione che il dente assume all’interno dell’arcata

Lascia un commento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Scrivici

Articoli recenti

Seguici su:

Torna su